Tour a Bari. Dall'Imperatore Augusto a Isabella d'Aragona

Tour a Bari. Dall'Imperatore Augusto a Isabella d'Aragona

Una passeggiata di carattere storico. Dal palazzo dell'Acquedotto camminando sul lungo mare per raggiungere la Fortezza normanna. Tre o quattro chilometri da percorrere evitando le pause, passo dopo passo in meno di due ore fino all'ultima destinazione: il mercatino dell'antiquariato.

Caratteristiche. Sforzo medio. Interesse architettonico e storico. Shopping d'epoca.

Una gita a Bari partendo dal palazzo dell'Acquedotto, da poco restaurato, alla scoperta delle bellezze storiche e architettoniche della città. Tra le nostre tappe il lungo mare Imperatore Augusto, il castello normanno-svevo-aragonese, e i vicoli del Borgo Antico fino al mercatino accanto alla Basilica di San Nicola.

Un percorso da fare rigorosamente a piedi con uno sforzo moderato, ma con un buon risultato di consumo calorie, grazie alla lunghezza e al tempo, che inizia da via Cognetti 36. Qui si trova il sontuoso palazzo dell'Acquedotto in stile romanico-pugliese che da poco ha riaperto le proprie sale. Entriamo per una visita di un quarto d'ora. All'interno si potrà visitare il museo in cui sono esposti mobili creati da Duilio Cambellotti, tra i più importanti decoratori e inventori d'arredo degli anni Trenta. Saliamo le scale per visitare al primo piano le decorazioni pittoriche, i tappeti, i pavimenti e al secondo piano l'appartamento del presidente. Torniamo giù e riprendiamo il cammino alla volta del lungo mare Imperatore Augusto, a pochi passi dal palazzo dell'Acquedotto.

La Sala dl Consiglio del palazzo dell'Acquedotto.

Davanti a noi circa 800 metri da percorrere a passo sostenuto per arrivare al Porto Vecchio. Una passeggiata durante la quale potremo osservare i pescatori che attraccano le loro piccole e malandate barchette al porto. Deviamo dal lungo mare per raggiungere l'estremità del molo San Nicola, camminando per un centinaio di metri. Poi riprendiamo la strada che porta al fortino di Sant'Antonio Abate lungo il molo di Sant'Antonio, siamo al Porto Vecchio. Così 200 metri circa si aggiungono al nostro percorso. Stiamo camminando con uno sforzo contenuto da quasi 10 minuti e abbiamo percorso già più di un chilometro.

Riprendiamo il cammino sul lungo mare e spostiamoci su corso Antonio De Tullio, avremo percorso circa un chilometro. Da qui attraversiamo tutto il corso percorrendo un altro chilometro o poco più.

Il cortile e il porticato del castello normanno

In quasi 20 minuti siamo arrivati al Castello normanno-svevo-aragonese, edificio posto a difesa della città edificato nel 1131 da Ruggero il Normanno. Ricostruito da Federico II nel XIII secolo e poi abitato da Isabella d'Aragona durante il XVI secolo. Entriamo per una visita guidata di una ventina di minuti. Varchiamo il ponte e accediamo al cortile attraverso un arco ribassato. Approfittiamo per continuare l'esercizio fisico. Camminiamo nel cortile fino alla "torre del semaforo", attraversiamo l'atrio e passiamo alla corte interna. Saliamo la scala scoperta a doppia rampa per dare uno sguardo al portale gotico.

Terminata l'escursione riprendiamo il tour a piedi all'interno del Borgo Antico di Bari. Stiamo camminando da più di un'ora e mezza, considerato il tempo impiegato per le visite, e percorso circa 3 chilometri di strada. Addentriamoci nei vicoli della città vecchia prestando attenzione alle edicole antiche e agli altari votivi, frutto della fede popolare. Stiamo percorrendo gli ultimi 700 metri circa per arrivare alla Basilica di San Nicola in poco meno di 10 minuti. La nostra tappa finale è a pochi metri dalla chiesa: un mercatino dell'antiquariato allestito ogni terza domenica del mese. Il tour è durato più o meno un'ora e mezza e abbiamo percorso dai 3 chilometri e mezzo ai 4 chilometri. Concediamoci una pausa tra oggetti antichi. E approfittiamone per fare un po' di shopping.